Filippo Cavolini

Da Negombo.

Filippo Cavolini nacque a Napoli nel 1756 da Nicola e da Angela Auriemma di Sorrento. Per volere del padre divenne avvocato, ma nel contempo si interessò agli studi di botanica ed entomologia, frequentando le lezioni di Domenico Cirillo, che lo accolse nella sua casa napoletana in via Fossi a Pontenuovo, dove si radunavano noti scienziati. In età giovanile, Cavolini fondò a Posillipo un laboratorio di biologia marina, la cui attività è documentata dalle pubblicazioni di numerosi esperimenti, molto apprezzati anche dagli studiosi stranieri con i quali era in contatto. Nel campo della botanica, compì interessanti studi sulla caprificazione del fico e sulla flora marina. Nel 1808 fu chiamato ad insegnare storia naturale all’Università di Napoli. Morì a 54 anni per i postumi di un “incidente” occorsogli mentre effettuava una escursione scientifica nel golfo di Napoli. Giovanni Aliotta, già professore di Botanica e Storia della biologia presso la Seconda Università degli Studi di Napoli, è membro del Centro Interuniversitario di Ricerca per la Bioetica. Le sue ricerche riguardano l’etnobotanica e la storia della biologia. In particolare, si occupa della salvaguardia della biodiversità vegetale e della storia del pensiero biologico.

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
navigazione
modifiche
Strumenti