Ipomea 2006: 4° edizione

Da Negombo.

Indice

[modifica] Introduzione

This site seems to recieve a great deal of vsiotirs. How do you get traffic to it? It offers a nice unique twist on things. I guess having something real or substantial to give info on is the most important factor.

[modifica] Le piante

This site seems to recieve a great deal of vsiotirs. How do you get traffic to it? It offers a nice unique twist on things. I guess having something real or substantial to give info on is the most important factor.

[modifica] I seminari

[modifica] I giardini del Lago Maggiore, di Lorella Granzotto

Venerdì 19 maggio ore 18,30

Il giardino in tutte le sue sfaccetature: botanica, storia, architettura, fotografia, letteratura, arte, didattica.

Lorella Granzotto lavora per Editoria & Giardini, nel Comune di Verbania.

[modifica] Pomelia felicissima, a cura di Attilio Carapezza, Pietro Puccio e Manlio Speciale

Sabato 20 maggio ore 18,30

Storia, botanica, coltivazione ed esposizione della plumeria

Durante la mostra è possibile chiedere consigli e curiosità.

[modifica] I Master nella progettazione dei parchi urbani: il caso dell’Università degli studi della Basilicata, a cura del Prof. Pietro Picuno

Sabato 20 maggio ore 19,30

Un interessante intervento per esporre ragioni e obiettivi di un master dedicato alla sempre più crescente richiesta di specializzazione nell’area urbana sia per il ripristino di aree degradate che per la conservazione e la valorizzazione di aree naturalistiche di pregio.

Pietro Picuno è ingegnere e professore presso l'Università degli Studi della Basilicata.

[modifica] Gli eventi

[modifica] Antonio De Luca Farms Inc.

19,20,21 maggio 2006

Miami Florida USA

Esposizione di una collezione di Palme, Cycadee e piante inconsuete, raccolte attraverso una continua esplorazione delle regioni tropicali e subtropicali.

[modifica] Giardini Ravino

Parco botanico residence villa Ravino

s.s.270 (loc.Citara) 80075 forio d’ischia

tel./fax+39-081-997783 mobile +39-3294983923

http://www.ravino.it - luca.dambra@ravino.ch

Ad Ischia: Un affascinante percorso nel verde alla scoperta di scenari sorprendenti ed esemplari botanici rari e preziosi. La ricca collezione di Cactacee e Succulente non cactacee coltivate all'aperto, costantemente arricchita di nuove specie provenienti da tutto il mondo, frutto della passione naturalistica di Giuseppe D'Ambra, è impreziosita dalla presenza straordinaria del Wollemi Pine, la più clamorosa scoperta vegetale del secolo. Passeggiano indisturbati tra le rarità botaniche pavoni, caprette e pony. In esposizione ai giardini anche opere di artisti e artigiani isolani, in un intreccio avvolgente tra arte e natura. Una realtà speciale per appassionati ed intenditori, perfetta per famiglie ed ideale per chi sia alla ricerca di un luogo a dimensione d'uomo che soddisfi curiosità intellettuali ed esigenze di relax e svago.

[modifica] Giardini da leggere

a cura della Libreria internazionale OOLP - out of London press di Torino - Esposizione e vendita di libri inconsueti, introvabili e stranieri sul giardino.

[modifica] Le Tavole Botaniche di Daniele Collini

L’antica tradizione di esposizione e catalogazione del regno vegetale. Uno straordinario sistema per dare valore scientifico alla raccolta sul campo di foglie, rami, radici e frutti.

[modifica] La Mascella del Capodoglio

I resti del più antico capodoglio spiaggiato iin Campania, sulla spiaggia di Citara (Forio d’Ischia) il 23 aprile 1770. Il reperto sarà esposto per la prima volta al pubblico nel suo reale contesto nel Parco Idrotermale del Negombo durante i tre giorni della mostra-mercato.

[modifica] Presentazione del libro di Michela Pasquali "Loisaida nyc community gardens"

Venerdì 19 maggio ore 19,30

Una singolare documentazione dei numerosi giardini nati nelle aree abbandonate di Loisaida, un piccolo quartiere di Manhattan nato per accogliere le grandi ondate di immigrati e da sempre molto attivo culturalmente. Il libro ne racconta le origini, lo sviluppo, l’evoluzione nel corso ormai di più di trent’anni. Creati grazie all’iniziativa della comunità locale a partire dagli anni ‘70, sono uno dei casi più interessanti per conoscere un inedito e prezioso patrimonio di verde urbano nascosto. Un insieme di culture, lingue, religioni e abitudini lontane fra loro, che si sovrappongono e spesso si ritrovano nei nomi scelti per ciasuno dei giardini. Giardini che si possono definire spontanei, personali, indigeni, locali, etnici, esotici, anche precari, marginali, anonimi.

[modifica] Slow Food

Logo Slow Food

Riccardo e Silvia d’Ambra, tel. 081.902944, cell. 340.7336816

Slow Food è un’associazione culturale che ha come obiettivo restituire dignità e diritti al piacere del cibo, della convivialità, quella di salvaguardare le varietà delle cucine regionali e interventi mirati per sostenere e rilanciare le produzioni tradizionali a rischio di estinzione e l’educazione al gusto.

Nell’ambito dei Presidi, si sta lavorando al recupero dell’antica tecnica del Coniglio da Fossa e di varietà vegetali tradizionali come i fagioli zampognari.

Un viaggio alla scoperta delle tradizioni gastronomiche della Campania per riscoprire i segreti della cucina mediterranea.


Appuntamenti organizzati dai Laboratori del Gusto - Slow Food ® delle isole di Ischia e Procida “Filippo Di Costanzo” - per raccontare e tutelare la tradizione di Ribeira con le fragoline, di Colonnata con il lardo, dell’alta Langa con il Murazzano, di Modena con l’aceto balsamico, del lago di Fusaro con le cozze, di Procida con i limoni e delle caratteristiche culinarie di Ischia con il coniglio da fossa, il finocchio di mare e i fagioli zampognari. La disfida dell’olio tra Sicilia e Campania promette dibattiti molto interessanti. Durante la mostra ci sarà la degustazione della birra artigianale “Pils” - tipica dei Paesi Bassi - una tradizione che sopravvive grazie all’entusiasmo e alla perseveranza di singole persone e piccole aziende.

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
navigazione
modifiche
Strumenti