Premio Ischia 1992

Da Negombo.

[modifica] L'evento

"Un riconoscimento a chi ha ricercato e raccontato, nell’arco di un’intera carriera, la propria verità attraverso i mezzi di comunicazione di massa. Un premio per Ischia che rappresenta da sempre un crocevia tra culture diverse, un ponte tra la tradizione culturale europea e quella del Mediterraneo." Così scriveva Giuseppe Valentino quando trent’anni fa diede vita alla prima edizione del Premio Ischia. E la manifestazione é sempre rimasta fedele allo spirito di allora: in trent’anni ha seguito lo snodarsi delle cronache dell’informazione crescendo di pari passo con lo sviluppo di una società in cui la comunicazione ha un ruolo sempre maggiore. E la testimonianza di questo impegno è rappresentata dall’albo d’oro in cui figurano i principali protagonisti dell’informazione italiana ed internazionale degli ultimi tre decenni. Nasce nel 1980 per iniziativa di Giuseppe Valentino, giornalista ischitano innamorato della sua isola. Un amore fattivo, ricco di prospettiva. Se infatti, fin dagli inizi, il Premio ha voluto sottolineare l’importanza della stampa di informazione attribuendo riconoscimenti alle sue firme migliori, al valore professionale ed etico dei giornalisti prescelti, ha anche voluto attirare l’attenzione sul luogo-palcoscenico della premiazione, Ischia. Si è distinto in questi anni per un’intensa attività culturale rivolta prevalentemente al giornalismo e al rapporto tra il mondo dell’informazione e gli altri settori della cultura e dell’economia.


[modifica] In questa edizione

La giuria della XII edizione, composta da Biagio Agnes, Pasquale Nonno, Ernesti Mazzetti, Navarro Valls, Claudio Rinaldi, Ferdinando Ventriglia assegna il premio Ischia a Demetrio Volcic. Con lui salgono sul palco del Negombo Massimo Lo Cicero e i tedeschi Gottfried Aigner e Nana Claudia Nanzel. Tra gli artisti Enrico Lo Verso e Luigi Faccini. Renzo Arbore e l’orchestra italiana presentano in anteprima il nuovo album dedicato alla canzone napoletana. Presentata da Milly Carlucci alla kermesse partecipano Roberto Murolo, Amij Steward, Minghi e Mariano Rigillo. In abbinamento al premio sono consegnati anche i riconoscimenti dei giornalisti cinematografici che vanno a Enrico Lo Verso, Gianni Amelio e Faccini. Il tema del dibattito verte sui rapporti tra l’Europa Occidentale e i paesi dell’est dopo la caduta del muro di Berlino.

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
navigazione
modifiche
Strumenti